StrettiAlVento

vela d'altura nel Mediterraneo

Un mare non sempre facile, talvolta brusco. Pianificare e gestire imbarcazione ed equipaggio, la meteo, la sicurezza, la cambusa giusta.

da Varazze a Castelsardo: 220 miglia one-way

Una navigazione tutta d'un fiato: 220 miglia scendendo lungo la Corsica attraversando le Bocche di Bonifacio. >> Vai all'iniziativa

la Lunga Rotta 2012: 650 miglia nel Mediterraneo

650 miglia nel Mediterraneo da percorrere in due settimane, due turni per un corso completo su una rotta impegnativa. Seguendo una navigazione che presenta stimoli e difficoltà differenti attraverso verso le Pontine e Flegree, verso l'Elba, il Giglio, Ponza, Ventotene, Ischia e Procida. >> Vai al programma del corso d'altura

la Lunga Rotta 2011: 1.370 miglia nel Mediterraneo

1.370 miglia nel Mediterraneo da percorrere in tre settimane, tre turni per un corso completo che tocca Sardegna, Sicilia, Malta, le Flegree e le Pontine. Una lunga corsa nel blu, una lunga rotta per chiudere gli occhi e riaprirli, e trovarsi davanti ancora mare e vento da scoprire. >> Vai all'iniziativa

argomenti del corso di navigazione d'altura

Il corso fornisce le nozioni tecniche per l'organizzazione e lo svolgimento della navigazione d'altura su rotte di più giorni. E' consigliabile avere già maturato esperienze di navigazione notturna ed in equipaggio organizzata su turni.

Gli argomenti trattati in particolare:

l'equipaggio e lo skipper
il diario di bordo
ripasso delle manovre fondamentali
navigazione piana (punti stimati, punti nave e tracciamento rotta)
uso della strumentazione di bordo (gps, vhf, radar)
cenni di meteorologia per la preparazione della barca e dell'equipaggio
uso dell'elenco fari e segnali
navigazione notturna
vita di bordo (turni, ruoli, alimentazione e riposo)
cenni sull'uso e manutenzione del motore
sicurezza ed utilizzo delle dotazioni di bordo
gestione delle emergenze mediche a bordo

Per accedere ai corsi è necessario essere soci. Il costo riportato è per la partecipazione al corso, sono escluse le spese per la cambusa, consumi di gasolio, pulizie finali ed eventuali costi d'ormeggio nei porti diversi dalla base d'imbarco.